In questo articolo vedremo come aprire un centro estetico, un’attività che continua a registrare una crescita costante negli ultimi anni.

Infatti il mercato dei servizi legati alla cura della salute e del benessere personale è sempre più apprezzato sia tra le donne che nel mondo maschile.

Una cura impeccabile della propria immagine personale è sempre più importante, sia per se stessi ma anche per relazionarsi con gli altri nella società attuale.

Ecco perché questo settore sta crescendo a ritmi incessanti e i suoi servizi assumono ogni giorno di più un ruolo essenziale nella vita delle persone.

Se stai pensando di metterti in proprio e avviare un’attività in questo settore sei nel posto giusto!

In questo articolo vedremo insieme come aprire un centro estetico, la normativa, i requisiti necessari e quanto costa aprire un centro estetico.

Oltre ad alcune idee di business utili per avviare questo tipo di attività.

Ma attenzione però…

Se vuoi davvero avviare un’attività di successo, devi prima di tutto impostare una strategia di marketing efficace!

Se vuoi davvero trasformare la tua idea imprenditoriale in un business solido e duraturo, ti consiglio di leggere la mia guida su come avviare un’attività di successo.

Ma ora torniamo alle questione pratiche e burocratiche per aprire un estetico…

Pronti?

Si parte!

 

Come aprire un centro estetico di successo: un mercato in continua evoluzione

Essere belli e curati è qualcosa a cui oggi non si può e non si vuole più rinunciare, a qualunque sesso o età anagrafica si appartenga!

Un manager o un professionista anche se di sesso maschile, oggi non può trascurare quelle che una volta venivano considerati “capricci” per sole donne…

Piacersi e stare bene con se stessi è fondamentale anche per stare bene con gli altri, aumentando la propria autostima e influendo positivamente in generale sul nostro benessere psico-fisico.

Questo è uno dei motivi fondamentali perchè sempre più persone decidono di rivolgersi ai servizi di centro estetico.

Per questo, in questi ultimi anni è esplosa una vera e propria mania per le attività legate al mondo del wellness, che rispondono a più esigenze tipiche della nostra epoca.

Non deve sorprendere quindi che tra le varie idee di business che vanno ultimamente per la maggiore, ai primi posti ci sia quella di aprire un centro estetico o un centro benessere!

Un business potenzialmente molto redditizio, visto il potenziale di un settore che fattura milioni di euro ogni anno.

Ma cosa vuol dire esattamente “aprire un centro estetico”?

Aprire un centro estetico è un termine ampio che racchiude molteplici servizi che a volte vengono confusi con quelli di un vero e proprio centro benessere.

I servizi offerti da un centro estetico sono principalmente:


SCARICA IL MIO EBOOK GRATUITO

Scopri i 7 Errori da NON Fare per Avviare un Business di Successo!


  • scrub corpo e viso
  • ceretta corpo e viso
  • massaggi benessere
  • massaggi linfodrenanti
  • massaggi dimagranti
  • cura della pelle
  • manicure e pedicure
  • epilazione maschile e femminile
  • abbronzatura con lampade solari

A questi servizi a volte si aggiungono anche altre cose come supporto nutrizionale e dietetico, nails art (decorazione e ricostruzione unghie), ecc…

Ovviamente potrai scegliere liberamente quali di questi servizi offrire e quali no, specializzandoti eventualmente solamente in alcuni di questi.

Ad esempio ultimamente va molto di moda aprire un centro ricostruzione unghie specializzato in nails art.

Come anche abbinare un centro estetico ad un’attività di parrucchiere o ad un centro benessere.

Sono tutte valutazioni fondamentali che devi fare prima di decidere la tipologia di attività che vuoi aprire e le strategie di marketing più efficaci per pianificare la tua attività.

Ma ora torniamo alle cose pratiche e vediamo insieme quali sono i requisiti necessari per aprire un centro estetico.

 

Requisiti per aprire un centro estetico

L’attività di estetista è regolamentata dalla legge 1 del 1990 e dal Decreto ministeriale n. 352 del 21 marzo 1994, che stabilisce che l’attività esercitata da un estetista comprende “tutte le prestazioni e i trattamenti eseguiti sulla superficie del corpo umano il cui scopo esclusivo o prevalente sia quello di mantenerlo in perfette condizioni, di migliorarne e proteggerne l’aspetto estetico, modificandolo attraverso l’eliminazione o l’attenuazione degli inestetismi presenti“.

Secondo la normativa vigente tali mansioni possono essere svolte manualmente o con l’aiuto di apparecchi elettromeccanici per uso estetico, oppure tramite l’applicazione di prodotti cosmetici.

Come vedi si tratta di una definizione piuttosto ampia che comprende:

  • la pulizia e i trattamenti del viso
  • i trattamenti estetici del corpo
  • il massaggio per scopi estetici del viso e del corpo
  • la depilazione
  • la manicure e il pedicure estetico
  • il trucco

 

I requisiti per aprire un centro estetico sono inoltre sempre disciplinati a livello locale da un apposito Regolamento comunale.

Solitamente nel Regolamento comunale sono definite:

  • le modalità di programmazione dello sviluppo dell’attività di estetista a livello territoriale
  • la distribuzione a livello territoriale e le superfici minime dei locali destinati all’esercizio dell’attività di estetista
  • i criteri in base a cui stabilire la distanza tra esercizi, in rapporto alla densità della popolazione residente e non residente
  • le caratteristiche e la destinazione d’uso dei locali impiegati per lo svolgimento dell’attività
  • le modalità per il rilascio dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività di estetista
  • i requisiti di sicurezza ed igienico-sanitari dei locali
  • la disciplina degli orari e il calendario dei giorni di apertura e chiusura degli esercizi
  • l’obbligo e le modalità di esposizione delle tariffe professionali

 

Per aprire un centro estetico dovrai chiarire preventivamente tutti questi aspetti rivolgendoti agli uffici del Comune in cui decidi di aprire l’attività.

Inoltre spetterà poi all’ ASL di competenza esprimere al sindaco del Comune un parere sull’idoneità dei locali in cui si svolge l’attività, sulle apparecchiature e sui procedimenti tecnici utilizzati, verificandone l’idoneità attraverso appositi controlli.

Molti imprenditori attratti da questo business redditizio si chiedono inoltre se è possibile avviare un centro estetico senza qualifica.

Ma è davvero possibile aprire un centro estetico senza la qualifica necessaria di estetista?

Vediamo subito insieme!

E’ possibile aprire un centro estetico senza qualifica?

Secondo la normativa vigente in materia, è previsto l’obbligo per ogni centro estetico di esercitare l’attività solo con un regolare diploma di estetista.

Se non sei in possesso di un diploma da estetista e ti stai chiedendo come aprire un centro estetico senza diploma, sappi che è possibile solamente assumendo o aprendo in società qualcuno in possesso di un regolare diploma di estetista.

Altrimenti per ottenere la qualificazione necessaria occorre frequentare un apposito corso regionale della durata di 2 anni, seguito da un corso di specializzazione di 1 anno oppure da 1 anno di inserimento presso un’impresa di estetista.

In alternativa puoi fare 3 anni di apprendistato presso un’impresa già avviata, e completare questa esperienza lavorativa con un corso teorico di almeno 300 ore.

Se stai pensando invece di aprire un centro di medicina estetica, solitamente le attività previste saranno più dirette alla prevenzione e alla correzione di inestetismi costituzionali o acquisiti da esiti di malattia.

Le prestazioni svolte da un centro di medicina estetica infatti riguardano solitamente le seguenti branche specialistiche:

  • endocrinologia
  • scienze dell’alimentazione e dietologia
  • fisiokinesiterapia
  • dermatologia
  • angiologia
  • chirurgia plastica
  • chirurgia maxillo-facciale

In questo caso i requisiti per aprire un centro di medicina estetica richiedono che debba essere presieduto da un medico specializzato nella disciplina relativa alle attività svolte all’interno del centro.

L’apertura del centro deve inoltre essere necessariamente sottoposta a una specifica autorizzazione del Presidente della Giunta regionale.

Come aprire un centro estetico: documenti necessari

Come per aprire un’attività di qualsiasi tipo, anche per aprire un centro estetico dovrai preoccuparti di rispettare gli adempimenti burocratici richiesti dalla normativa vigente in materia.

Il primo passo da fare sarà registrare la tua impresa presso la Camera di Commercio nell’apposito Registro Ditte e nell’Albo Imprese Artigiane.

Mentre la licenza di centro estetico andrà richiesta al Comune di residenza.


SCARICA IL MIO EBOOK GRATUITO

Scopri i 7 Errori da NON Fare per Avviare un Business di Successo!


Per quanto riguarda i locali occorrerà verificare che abbiano la corretta destinazione d’uso rivolgendosi al proprietario o all’ufficio del Catasto.

Infine spetterà all’ASL di competenza rilasciare il nulla-osta sanitario dopo le opportune verifiche.

Questo è l’iter burocratico completo necessario per ottenere i documenti necessari ad aprire un centro estetico:

  • dovrai iscriverti alla Camera di Commercio del luogo di residenza
  • aprire la Partita IVA (in questo post trovi tutto quello che devi sapere su come aprire una partita IVA)
  • ottenere la licenza di estetista richiedendola allo sportello delle Attività Produttive del Comune di residenza
  • richiedere il nullaosta igienico-sanitario: l’ASL di competenza della tua zona effettuerà i controlli necessari a verificare la sussistenza dei requisiti di legge
  • aprire le posizioni Inps e Inail dei titolari dell’impresa e degli eventuali dipendenti

Ulteriore eventuali documentazioni riguardano poi i requisiti professionali del personale che esegue i trattamenti estetici e che dovrà essere in possesso di un diploma specifico rilasciato dalla Regione.

Ora che sai tutto sui documenti necessari per aprire un centro estetico, vediamo insieme la parte più impegnativa dell’operazione: i costi che dovrai sostenere!

 

come aprire un centro estetico

Quanto costa aprire un centro estetico?

I costi da sostenere per aprire un centro estetico dipendono da molte variabili.

La dimensione dei locali su cui dovrai pagare l’affitto, il numero e la tipologia dei macchinari che verranno impiegati per offrire i vari servizi e il numero di dipendenti che verranno eventualmente impiegati nel centro.

Possiamo stimare l’investimento iniziare con una forbice molto ampia che varia a seconda di questi fattori tra qualche decina di migliaia di euro a qualche centinaia di migliaia di euro.

Considerato che il costo dell’affitto può incidere in modo importante, se stai pensando di aprire un’attività senza dipendenti potresti valutare anche la possibilità di inserirti in un’attività già avviata, per esempio quella di un parrucchiere, dividendo quindi i costi di affitto e bollette.

Una risorsa molto utile potrebbero essere i finanziamenti per l’imprenditoria femminile, previsti dalla legge 215 del 1992, a cui possono avere accesso le imprese con meno di 50 dipendenti e con un fatturato inferiore a 7 milioni di euro o totale di bilancio inferiore a 5 milioni di euro in cui:

  • il titolare è una donna
  • le società di persone e le cooperative in cui almeno il 60% dei soci è costituito da donne
  • le società di capitali in cui le quote e i membri del Consiglio di Amministrazione sono donne per almeno i 2/3 del totale

 

Per saperne di più su come ottenere finanziamenti per la tua attività, ti consiglio la lettura di questo articolo.

Dove acquistare l’arredamento per un centro estetico

Un’altra variabile da tenere in considerazione per contenere il più possibile i costi di apertura, riguarda l’arredamento dei locali.

Qui la scelta è veramente ampia e sarà sufficiente quindi che tu ti prenda il tempo necessario per valutare le tante offerte sul mercato e scegliere quelle più corrispondenti al tuo portafoglio.

Esistono molte aziende specializzate che offrono soluzioni di design su misura con prezzi variabili a seconda della qualità e dei marchi proposti.

Ma oggi è possibile valutare anche diverse alternative che a volte possono risultare sufficienti:

  • arredamento centro estetico Ikea: magari ti sembrerà poco professionale, ma sempre più esercizi come negozi e locali acquistano parte dell’arredamento dal gigante svedese, trovando prezzi a buon mercato e prodotti semplici e funzionali
  • arredamento centro estetico online: è risaputo che su internet si possono trovare delle buone offerte, allora perchè non dedicarsi almeno ad una ricerca preliminare per confrontare i prezzi?
  • arredamento centro estetico usato: con un po di tempo da dedicare alla ricerca e un pizzico di fiuto per gli affari, oggi è davvero possibile trovare delle buone occasioni provenienti da fallimenti o attività cessate, con stock di usato di qualità a prezzi davvero convenienti.

Se tutto questo ti sembra troppo impegnativo da gestire, la soluzione ideale potrebbe essere per te quella di aprire un centro estetico in franchising.

Come aprire un centro estetico in franchising

Se non hai grossi capitali da investire oppure non hai molta esperienza alle spalle, allora aprire il tuo centro estetico in franchising è una possibilità che dovresti davvero tenere in considerazione.

Numerosi infatti sono i vantaggi per chi sceglie di aprire un centro estetico o un centro benessere in franchising.

Innanzitutto un risparmio sui costi.

Essere affiliato ad un network di centri estetici in franchising ti consentirà per esempio di fare acquisti di prodotti cosmetici o anche di altro genere a prezzi contenuti.

Per non parlare poi dei costi di marketing e pubblicità di cui si farà carico l’azienda franchisor.

Inoltre verrai seguito passo dopo passo specialmente nella fase di avviamento e avrai un supporto totale per la gestione della tua nuova attività.

Di contro però se deciderai di aprire un centro estetico in franchising, dovrai sottostare alle regole della società madre e pagare un costo di ingresso e royalties sui tuoi profitti.

Per maggiori informazioni ti consiglio di leggere l’articolo su come aprire un’attività in franchising.

Bene se sei arrivato fin qui, vuol dire che sei davvero determinato a lanciarti nel business dell’estetica ed aprire un centro benessere…

Ma aprire un centro estetico conviene davvero?

Se questa è la tua passione, se hai un po’ di soldi da investire e hai il DNA di imprenditore o imprenditrice nelle vene, allora la risposta non può che essere positiva.

Il settore del wellness è in crescita costante e oggi il business dell’estetica e del benessere offre davvero ottime opportunità di guadagno.

E tu che cosa aspetti?

Se fai davvero sul serio e hai intenzione di avviare la tua nuova attività, ti consiglio di leggere subito la mia guida dedicata alla pianificazione strategica della tua attività.

Per questo ti consiglio di studiare nei minimi dettagli un piano di sviluppo per la tua attività prima di investire anche 1 solo euro.

A questo proposito ho realizzato delle guide avanzate che potrai seguire passo dopo passo per realizzare davvero il tuo sogno!

Tuffati nel mondo del benessere e avrai sicuramente il successo che meriti…

Un grande in bocca al lupo per il tuo progetto!

Paolo

SCARICA IL MIO REPORT GRATUITO e Scopri i 7 ERRORI DA NON FARE per AVVIARE UN BUSINESS DI SUCCESSO
Share This